L’ Associazione dei Rosolinesi in Siracusa dona due reperti esclusivi alla Casa Museo

Nella giornata del 13 Maggio 2018, in occasione dell’intitolazione di una via cittadina a padre Giuseppe Scollo, un illustre personaggio rosolinese caduto nell’oblio e grazie al lavoro dell’Associazione Rosolinesi in Siracusa nella persona del suo presidente Corrado Di Stefano riportato agli onori della memoria, la casa museo ha aperto le sue porte  alla suddetta associazione  organizzando per i suoi soci una mostra sulla prima guerra mondiale esponendo oggetti, diari di guerra e reperti vari, patrimonio esclusivo della casa museo.

 

 

Durante la visita dell’Associazione Rosolinesi in Siracusa”, è avvenuta un’importante donazione: uno dei suoi membri, il signor Luigi Loreto, avendo provato una grande commozione suscitata dai numerosi  oggetti conservati nelle sale della casa museo, ha voluto a sua volta contribuire con  alcune pagine di quotidiani d’epoca testimonianti avvenimenti cruciali della nostra storia. E come una sorta di “corrispondenza ideale”, pochi giorni dopo un altro ospite che ha partecipato a uno degli eventi organizzato nella casa-museo, il signor Vitale Grillo, ha donato a sua volta un elmetto appartenuto a un soldato italiano caduto durante la battaglia di Solarino del 10 e 11 luglio 1943, all’indomani dello sbarco delle truppe Alleate in Sicilia. Non possiamo che essere commossi e felici di questi due gesti di “altruismo culturale”, sintomo che questa realtà è riuscita in uno degli intenti statutari dell’Associazione: la sensibilizzazione da parte dei nostri ospiti sull’importanza della lotta alla dispersione e all’oblio della memoria storica collettiva e la necessità della sua divulgazione.

 

La Grande Guerra del sottotenente Salvatore Giuliano – lettere dal fronte

Nuovo Evento della Casa Museo per l’Associazione “Rosolinesi in Siracusa”.

In occasione dell’intitolazione di una via cittadina a padre Giuseppe Scollo, un illustre personaggio rosolinese caduto nell’oblio e grazie al lavoro dell’Associazione “Rosolinesi in Siracusa” nella persona del suo presidente Corrado Di Stefano riportato agli onori della memoria, la Casa Museo apre le sue porte  alla suddetta associazione  organizzando per i suoi soci una mostra sulla prima guerra mondiale esponendo oggetti, diari di guerra e reperti vari, patrimonio esclusivo della casa museo.

L’Evento avrà luogo il giorno 13 Maggio 2018 presso la Casa Museo del Giardino Celato, a Rosolini.

 

 

CioccoRosolini: a lezione di cioccolato con Pistocchi & c.

Un evento speciale si è svolto alla casa museo del giardino celato: il 7 Aprile 2018 la pluripremiata cioccolateria fiorentina “Torta Pistocchi” ha presentato al pubblico  siciliano i suoi prodotti ormai famosi in tutto il mondo, per poterli degustare in una cornice dove cultura, memoria e gusto si incontrano e si fondono come il cioccolato.

 

L’Associazione culturale Oltre il giardino incontra le nuove generazioni

Il 3 Aprile 2018 si è svolto l’incontro con gli alunni della scuola secondaria di I grado presso il XII I.C. “V. Brancati” sulla Prima Guerra Mondiale: “Il gioco della memoria: lettere dal fronte”,  nell’ambito delle attività svolte per il progetto di commemorazione della Grande Guerra promosso dal Comando Militare dell’Esercito  della Sicilia in sinergia con l’Ufficio Scolastico per la Sicilia.

 

L’Associazione “Rosolinesi in Siracusa” visita la Casa Museo

Domenica 18 marzo l’associazione culturale “Oltre il giardino” ha ospitato quella dei “Rosolinesi in Siracusa” per conoscere la nuova realtà museale rosolinese con il suo piccolo orto botanico incastonata nel centro storico del paese ricca di storia, cultura e natura.

L’evento si è svolto secondo il programma previsto, ed è il seguente:

            -visita alla casa museo

            -illustrazione del restauro del sito, la sua storia e quella della famiglia a cui ancora appartiene; 

           -presentazione del libro “il gioco della memoria” di Carla Ferrara, ambientato nel palazzo che ospita la casa museo;

           -un “pranzo in famiglia nella grande casa”.

 

 

           Le due associazioni confidano in future collaborazioni finalizzate a “fare sistema” nell’ambito

          di una divulgazione della memoria storica locale, sugellando tale desiderio con l’omaggio alla

           direttrice nella qualità di rappresentante dell’associazione ospite di un loro gagliardetto. 

 

 

        

Hanno parlato di questo incontro:

           http://www.corriereelorino.it/i-rosolinesi-in-siracusa-visitano-il-museo-di-oltre-il-giardino/

           http://www.beniculturalionline.it/event.php?n=1107

 

 

Il gioco della memoria atto II – Alla corte di Federico II di Svevia

Eccoci di nuovo pronti per intraprendere insieme una nuova tappa del viaggio nella storia tra cultura e sapori: La casa museo vi attende con estremo piacere certa di farvi vivere un’esperienza vibrante!

… E dopo essere stati “a cena col Gattopardo”, un altro tassello del  gioco della memoria è stato incastrato nel quadro della storia e della letteratura della nostra isola gloriosa. L’evento del 10 marzo “Alla corte di Federico II” con i suoi poeti e cantori dell’amor cortese e con il suo banchetto medievale, ha riscosso tra i partecipanti un caldo ed entusiastico consenso! 

Il gioco della memoria: una storia tra le storie della storia.

Il 10 febbraio 2018 viene presentato al pubblico, presso la Libreria Diana di Siracusa, il libro “Il gioco della memoria – una storia tra le storie della storia” di Carla Ferrara, ideatrice e direttrice della casa museo del giardino celato.

“Frammenti di storia riemergono da un vecchio baule polveroso… la storia della Grande Guerra, le storie di un uomo che per la patria ha sacrificato la sua vita e di una bambina che quella vita sottrae all’oblio. Al centro, presenza silenziosa, una grande casa assiste, incurante, alle vicende della famiglia, mentre all’ombra dei suoi alberi trovano riposo le tragedie e le speranze di ogni sua generazione. È l’amore per questa casa che muove la mano dell’autrice, ed è sempre l’amore per questa casa che diviene punto d’incontro e ragion d’essere di ogni famiglia, che lì ha vissuto e lì ha trovato il proprio senso di appartenenza alla storia umana che l’ha accompagnata nel trascorrere del tempo”. (Lucia Messina – quarta di copertina)

Alla presentazione erano presenti l’autrice Carla Ferrara e lo storico Giuseppe Caramma. 

 

 

 

Pranzo in famiglia nella Grande Casa

Per festeggiare un traguardo professionale importante i nostri ospiti hanno voluto fortemente che fosse creato un evento da ricordare: e cosa c’è di meglio di un “Pranzo in famiglia nella Grande Casa”? La tavola sfavillante di cristalli sfaccettati e porcellane bianche e oro, la sua tovaglia in broccato cremisi e impalpabile pizzo, i candelieri in argento e il centro tavola ricco di colori. Anche questa volta i nostri commensali sono stati  trasportati indietro nel tempo, in una cornice suggestiva che ricorda gli sfarzosi e al tempo stesso tempo accoglienti ricevimenti siciliani del secolo scorso, per assaporare i gustosi piatti della nostra migliore tradizione familiare.

Presepi di famiglia ed happy hour delle nonne.

Lo scorso 29 dicembre 2017 si è svolto l’evento “Mostra dei presepi di famiglia e l’happy hour delle nonne”.

In occasione della prima mostra dei “presepi di famiglia”, la casa museo ha aperto le sue porte  ed accolto i suoi ospiti come usavano fare le nostre nonne per i loro “happy hour”.

«Ancora un bel pomeriggio trascorso alla casa museo insieme a tanti “nuovi” amici – afferma Carla Ferrara Scalora – presepi, leccornie, e la narrazione delle belle pagine del libro “Il Gioco della Memoria” sono state occasione di incontro e socializzazione. Che però non sono mai abbastanza e perciò vi aspettiamo fra qualche settimana col nuovo evento “Pomeriggio d’altri tempi”,  il nostro afternoon tea, un tuffo nel passato, una passeggiata tra i ricordi nel giardino celato con i suoi deliziosi presepi che fanno capolino tra le aiuole del giardino celato illuminato a festa e un ricco happy hour in un’atmosfera da sogno, e che ci riporta ai pomeriggi festosi della Sicilia nobiliare del secolo scorso, il tutto in piacevole compagnia».

Successo del Gattopardo. Una cena d’altri tempi.

Ha avuto successo l’evento organizzato dall’Associazione Culturale “Oltre il Giardino”: la cena del Gattopardo ha suscitato l’interesse dei partecipanti che lo scorso sabato 18 Novembre hanno potuto non solo gustare la prelibatezza dei piatti preparati dalla chef Annarita Ferrara Fossi, ma discutere della Sicilia e della storia di una terra sempre in bilico tra passato e futuro.

«La casa museo del Giardino Celato si è tinta dei colori de Il Gattopardo di Tomasi di Lampedusa – afferma con soddisfazione la presidente Carla Ferrara Scalora – con il verde e oro della livrea dei Salina, il bianco dell’abito della bella Angelica, il camoscio dorato del fumante timballo dei maccheroni. Il Gioco della Memoria ha gettato i dadi e ci ha riportato indietro nel tempo per rivivere i fasti del Regno delle Due Sicilie insieme a tanti amici accomunati dal piacere della cultura e del convivio. Al prossimo evento entreremo a far parte della Corte sveva di Federico II con i suoi poeti e i suoi velluti cremisi!» .

L’Evento fa parte di una serie di ricostruzioni storico-gastronomiche di romanzi che vedono la Sicilia protagonista di edizioni letterarie diventate pietre miliari della Letteratura internazionale.

Arrivederci al prossimo evento!

 

 

Foto di Serena Papaleo